Giovedì 19 Settembre 2019
NOTIZIE

Finanziamenti 488/92 - Agevolazioni Fondo Perduto

*Con decreto Ministeriale del 23 Giugno 2006 le scadenze dei Bandi 488 sono state prorogate al 31 Agosto.Data: 28/06/2006.*Il 31 maggio 2006 sono state pubblicate le priorità regionali relative ai bandi della *Legge 488/92, pertanto dal 01 giugno 2006 e fino al 31 luglio 2006 è possibile presentare domanda di finanziamento per programmi di investimento relativi ai settori industria, commercio, tur

05/06/2006

Con decreto Ministeriale del 23 Giugno 2006 le scadenze dei Bandi 488 sono state prorogate al 31 Agosto.
Data: 28/06/2006.

Il 31 maggio 2006 sono state pubblicate le priorità regionali relative ai bandi della Legge 488/92, pertanto dal 01 giugno 2006 e fino al 31 luglio 2006 è possibile presentare domanda di finanziamento per programmi di investimento relativi ai settori industria, commercio, turismo ed artigianato.
Soggetti beneficiari sono le piccole, medie e grandi imprese costituite ed iscritte nel registro delle imprese alla data di presentazione della domanda di agevolazione, ad eccezione delle imprese individuali per le quali è sufficiente essere titolari di partita IVA. Le imprese richiedenti le agevolazioni devono, inoltre, trovarsi in regime di contabilità ordinaria.
La legge 488 è lo strumento attraverso cui il Ministero delle Attività Produttive eroga alle aziende italiane la gran parte contributi a fondo perduto, erogati a fronte di investimenti. Fra le novità importanti, l'eliminazione dell'obbligo di assunzioni e la possibilità di dimostrare l'apporto dei mezzi propri anche con prestiti bancari.

Bando 488 Commercio - Scadenza 31 luglio 2006
Programmi/attività ammissibili:
esercizi commerciali di vendita al dettaglio classificati esercizi di vicinato;
esercizi commerciali di vendita al dettaglio classificati media struttura e grande struttura;
esercizi commerciali di vendita all`ingrosso e centri di distribuzione, sia di singole imprese commerciali che di strutture operative dell`associazionismo economico, con superficie dell`unità produttiva pari almeno a 1000 mq.;
attività commerciali che esercitano la vendita per corrispondenza e/o il commercio elettronico;
attività di servizi complementari alla distribuzione (D.M. 1° febbraio 2006);
attività di somministrazione di alimenti e bevande, esclusivamente per la realizzazione di programmi di investimento aventi una delle seguenti caratteristiche: diretti allo sviluppo di formule commerciali che prevedano l`integrazione della somministrazione con la vendita di beni e/o servizi;
promossi da imprese aderenti a catene commerciali anche in forme di franchising;
promossi da imprese che hanno ottenuto marchi di qualità del servizio e/o di tipicità dell`offerta gastronomica rilasciati o attestati da camere di commercio, regioni o province.
Importi ammissibili: programmi di investimento non superiori a 20 milioni di euro e non inferiori a 1 milione di euro, fatta salva la facoltà delle regioni e delle province autonome di modificare detto importo minimo in misura comunque non inferiore a 150.000 euro e non superiore a 1.000.000 euro.

Bando 488 Turismo - Scadenza 31 luglio 2006
Programmi/attività ammissibili:
gestione di strutture ricettive, quali gli alberghi, i motels, i villaggi-albergo, le residenze turistico-alberghiere, i campeggi, i villaggi turistici, gli alloggi agro-turistici, gli esercizi di affittacamere, le case e gli appartamenti per vacanze, le case per ferie, gli ostelli per la gioventú, i rifugi alpini;
attività di tour operator e di agenzia di viaggio e turismo diretta, congiuntamente o disgiuntamente, alla produzione, organizzazione e intermediazione di viaggi e soggiorni, ivi compresi i compiti di assistenza e di accoglienza ai turisti;
centri per il benessere della persona inseriti in strutture ricettive;
gestione di stabilimenti balneari, marittimi, fluviali e lacuali;
gestione di strutture congressuali;
gestione di orti botanici, di parchi naturali e del patrimonio naturale;
gestione di porti turistici;
gestione di impianti di risalita (sciovie, slittovie, seggiovie, funivie).
Importi ammissibili: programmi di investimento non superiori a 50 milioni di euro e non inferiori a 1 milione di euro, fatta salva la facoltà delle regioni e delle province autonome di modificare detto importo minimo in misura comunque non inferiore a 300.000 euro e non superiore a 2.500.000 euro.

Bando 488 Industria - Scadenza 31 luglio 2006
Programmi/attività ammissibili:
Attività estrattive (sezione C della classificazione delle attività ISTAT 2002);
Attività manifatturiere (sezione D della classificazione ISTAT 2002);
Attività di produzione e distribuzione di energia elettrica e di calore (sezione E della classificazione ISTAT 2002, con le limitazioni previste dalla normativa);
Attività di costruzione (sezione F della classificazione ISTAT 2002, con le limitazioni previste dalla normativa);
Attività di servizi (vedasi elenco allegato al D.M. 1° febbraio 2006)
Le imprese artigiane rispondenti a specifici requisiti non possono partecipare al Bando del Settore Industria, ma esclusivamente al bando riservato alle imprese artigiane.
Importi ammissibili: programmi di investimento non superiori a 50 milioni di euro e non inferiori a 1 milione di euro, fatta salva la facoltà delle regioni e delle province autonome di modificare detto importo minimo entro i seguenti limiti: Da 400.000 euro a 1.500.000 euro per le attività del settore industria ad eccezione di quelle dei servizi;
Da 150.000 euro a 1.000.000 euro per le attività dei servizi

I programmi di investimento per i quali sono richieste le agevolazioni devono essere realizzati in unità produttive situate nelle aree obiettivo 1, obiettivo 2, aree ammesse al sostegno transitorio a titolo degli obiettivi 1 e 2, aree 87.3.c.

Bando 488 Artigianato - Scadenza 31 luglio 2006
Programmi/attività ammissibili:
Imprese iscritte nell`Albo delle imprese artigiane di cui alla legge 8 agosto 1985 n. 443, appartenenti ai settori estrattivo, manifatturiero, delle costruzioni, della produzione e distribuzione di energia elettrica, di vapore e acqua calda e dei servizi; tali imprese possono operare anche in regime di contabilità semplificata ai sensi dell`art. 18 del D.P.R. n. 600 del 1973;
Spese Ammissibili:
acquisto o costruzione immobili, opere murarie e assimilate, nonchè di macchinari, impianti ed attrezzature (purchè nuovi di fabbrica)
acquisto del solo immobile aziendale, qualora l`impresa conduca la propria attività in locali in affitto
acquisto suolo (con il limite del 10% dell`investimento complessivo ammissibile) e sue sistemazioni
progettazioni, direzioni lavori, oneri di concessione, prestazioni per ottenere le certificazioni di qualità (max 5% dell`investimento complessivo)
programmi informatici, brevetti
Importi ammissibili: programmi di investimento non inferiori a 100.000,00 euro e non superiori a 1.500.000,00 euro;

Leggi Anche:
Finanziamenti agevolati

   Seguici su Facebook