Mercoledì 8 Luglio 2020
NOTIZIE

Emergenza Coronavirus: Erogazioni straordinarie Enasarco

Nuovo regolamento prestazioni assistenziali straordinarie per gli iscritti ENASARCO. Prevista indennità di 1.000 euro per gli agenti di commercio in attività..

03/04/2020

L'ENASARCO ha approvato il nuovo Regolamento delle prestazioni assistenziali 2020 integrato dalle prestazioni straordinarie per la crisi sanitaria da Covid-19 a cui, già da questa sera, potranno accedere gli iscritti alla Fondazione.
Il Cda della Fondazione ha deliberato nelle scorse settimane lo stanziamento di tutte le risorse ad oggi disponibili, pari a 8,4 milioni di euro (incrementabili per altri 2 milioni), da destinare ai contributi straordinari nel rispetto di tutti i criteri di sostenibilità del bilancio.

Il Cda sta ragionando sullo stanziamento di ulteriori risorse a sostegno della categoria in questo momento di grave crisi.
Come Fnaarc ci stiamo facendo promotori di azioni di sensibilizzazione nei confronti del Governo affinché sia reso possibile l'utilizzo di parte dell'avanzo di bilancio dello scorso esercizio oppure della totalità delle disponibilità generali del Fondo assistenza, somme che potrebbero davvero rappresentare un aiuto per una più ampia platea di colleghi in difficoltà.

Possono inoltrare richiesta:
  • gli iscritti in attività
  • i pensionati in attività
Il richiedente deve avere avuto un reddito per l'anno 2018 non superiore a € 40.000, rilevabile dal modello Unico 2019 e precisamente dalle seguenti caselle:
a. Quadro RN1, casella 1;
b. Quadro LM, casella LM6;
c.Quadro LM, casella LM34.
Il requisito reddituale non si applica per le richieste di contributo straordinario per decesso dell'agente causato dal virus Covid-19.
Le domande saranno soddisfatte nel seguente ordine di priorità:
1. decesso dell'iscritto (€ 8.000)
2. contagio da Covid-19 dell'iscritto (€ 1.000)
3. forte diminuzione delle provvigioni (€ 1.000)

Abbiamo chiesto inoltre ad Enasarco di avviare uno studio attuariale per riconoscere agli agenti che ne facessero richiesta l'anticipazione di parte del proprio Firr.
Vorrei ricordare a tutti che da oltre 80 anni Enasarco è un Ente a ripartizione (chi lavora versa i contributi per pagare le pensioni ai colleghi in quiescenza) ed indipendentemente dall'andamento della contribuzione, specchio dell'economia, è impegnata a pagare circa 1 miliardo all'anno di pensioni. Questo è il motivo per cui la Fondazione deve rispettare parametri di sostenibilità peraltro determinati e vigilati dallo Stato.

   Seguici su Facebook