Sabato 22 Settembre 2018
NOTIZIE

La sfida dei giovani imprenditori nella società del cambiamento

Facilitare l`approccio al mondo del lavoro individuando le caratteristiche psico-sociali dei giovani e abituarli a pensarsi come risorse. Un progetto sui giovani e per i giovani, quello presentato stamattina in Confcommercio dal Delegato per la Sicurezza Cav. Francesco Zaccà

Catania, 14/03/2018

Facilitare l'approccio al mondo del lavoro individuando le caratteristiche psico-sociali dei giovani e abituarli a pensarsi come risorse. Un progetto sui giovani e per i giovani, quello presentato stamattina in Confcommercio dal Delegato per la Sicurezza Cav. Francesco Zaccà e gli autorevoli partner Prof. Orazio Licciardello - psicologia sociale Università di Catania; Dott. Corrado Fatuzzo, consulente per la Sicurezza; Salvo Debole, presidente Federsicurezza Confcommercio; Giuseppina Maria Cardella, dottoranda di ricerca Università di Salamanca.
Il progetto «Orientamento a fare impresa: dimensioni psicosociali e dinamiche motivazionali», realizzato dal Dipartimento di Scienza della Formazione dell'Ateneo catanese in partnership con Confcommercio Sicurezza Catania, vede la collaborazione della Cattedra di Psicologia dell'Emprendimiento dell'Università di Salamanca e si inquadra nell'ambito delle attività svolte a livello internazionale dall'AFIDE (Asociación para la Formación, Investigación y Desarollo dell'Emprendimiento).
«Il progetto - spiega il Prof. Orazio Licciardello - mira ad esplorare, mediante l'utilizzo degli strumenti scientifici dei quali la Psicologia Sociale dispone, le caratteristiche fondamentali che caratterizzano l'orientamento a fare impresa, con particolare riguardo alle «sfide» poste dalla società del cambiamento ai giovani imprenditori under 40».
Concreta e preziosa occasione di collaborazione tra il mondo scientifico e quello imprenditoriale. Come fa notare il Delegato per la Sicurezza Cav. Francesco Zaccà: «Opportuna la collaborazione di Confcommercio Catania, soprattutto in considerazione del fatto che si tratta di una ricerca che può fornire delle utili indicazioni relativamente all'organizzazione/pianificazione delle attività di supporto che la stessa offre ai suoi associati».
Confcommercio Sicurezza ha inserito nella propria mission il suddetto programma di ricerca poiché la «sicurezza» modernamente intesa non si può declinare soltanto nell'ambito della cosiddetta security, ma deve riguardare anche le condizioni di vita e di lavoro degli attori sociali facenti parte delle forze economiche del Paese.
«Si tratta - afferma il Dott. Corrado Fatuzzo - di una mission volta tanto a tutelare quanto a implementare a più livelli la qualità di un'offerta e di un prodotto finale atraverso gli strumenti forniti dal diritto e dalle scienze sociali, qual è appunto la psicologia».
La ricerca sarà condotta dalla Dott.ssa Giuseppina Maria Cardella dottoranda presso l'Università di Salamanca. Il progetto è stato sposato dal presidente di Federsicurezza Confcommercio Salvo Debole che ha assicurato massima collaborazione.

   Seguici su Facebook