Giovedì 13 Maggio 2021
NOTIZIE

SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE DEI LAVORATORI

***NUOVI OBBLIGHI PER I DATORI DI LAVORO* Con l'emanazione del Decreto 81/08 " Nuovo Testo Unico sulla sicurezza ", i gestori che occupano anche un solo lavoratore ( per tale inteso chiunque svolga una attività lavorativa, anche senza retribuzione ), hanno l`obbligo di effettuare la valutaione dei Rischi. Trattasi di una integrale revisione del precedente Documento previsto dal vecchio D. Lgs.

27/01/2009


NUOVI OBBLIGHI PER I DATORI DI LAVORO
Con l'emanazione del Decreto 81/08 " Nuovo Testo Unico sulla sicurezza ", i gestori che occupano anche un solo lavoratore ( per tale inteso chiunque svolga una attività lavorativa, anche senza retribuzione ), hanno l`obbligo di effettuare la valutaione dei Rischi.
Trattasi di una integrale revisione del precedente Documento previsto dal vecchio D. Lgs. 626/94 e che dovrebbe già essere presente su ogni impianto dove vi sono dipendenti.
Tale documento và conservatoinsieme con la documentazione ATEX ( Prevenzione e protezione dai rischi di esplosione ) già elaborato nel 2003, e messo a disposizione deli organi di controllo, . Su ogni singolo impianto vanno quindi conservati, per essere esibiti ai controlli, i seguenti documenti:
a) Autocertificazione o documento di Valutazione del Rischio e relativa Lista di Controllo
b) Documento relativo al Registro degli esposti a cancerogeni
c) Documento ATEX
d) Schede tecniche di Rischio Chimico connesse al tipo di prodotto erogato sull`impianto, ultime aggiornate.
L'inadempienza può essere punita con l`arresto da 4 a 8 mesi o con l`ammenda da €. 5.000 a €. 15.000, e con possibile chiusura dell`attività.
I gestori, per non incorrere nelle superiori sanzioni, debbono verificare:
lo stato delle attrezzature dell`impianto
la conformità delle divise
la presenza dei manuali di istruzione delle apparecchiature
quant`altro riconducibile al proprietario/fornitore ( cioè la compagnia petrolifera o il retista ) al fine di sollecitarlo ad assumere quegli interventi manutentivi e strutturali necessari per gli adempimenti richiesti dalla normativa. La Norma, infine,riconferma la possibilità per il datore di lavoro di poter svolgere la funzione di responsabile del servizio di prevenzione e protezione dei rischi.
A condizione però che questi frequenti specifici corsi di formazione e/o aggiornamento, della durata di 16 ore.
Con la collaborazione di Confcommercio, Figisc organizza questi corsi ai quali ci si può iscrivere telefonando in Confcommercio rivolgendosi al sig. Sapuppo.
Per i gestori che dovessero riscontrare difficoltà applicative, ovvero non fossero in possesso delle superiori documentazioni, la segreteria Figisc è a disposizione per fornire l'assistenza necessaria.

   Seguici su Facebook