Giovedì 13 Maggio 2021
NOTIZIE

ORDINE DEL GIORNO DEI SINDACATI SICILIANI DEI GESTORI

Le OO.SS. dei GESTORI della Sicilia riuniti a Cefalù dopo avere discusso sulle problematiche che investono la rete distributiva siciliana. Hanno deliberato e approvato il seguente *O.d. g*. In relazione alla vertenza Eni le Organizzazioni Siciliane hanno condiviso il percorso individuato a livello nazionale ritenendo che l`unitarietà degli intenti sia garanzia dei Gestori in questo momento diffi

13/02/2009

Le OO.SS. dei GESTORI della Sicilia riuniti a Cefalù dopo avere discusso sulle problematiche che investono la rete distributiva siciliana. Hanno deliberato e approvato il seguente O.d. g.
In relazione alla vertenza Eni le Organizzazioni Siciliane hanno condiviso il percorso individuato a livello nazionale ritenendo che l`unitarietà degli intenti sia garanzia dei Gestori in questo momento difficile e pertanto invita i vertici nazionali a perseverare sulla via intrapresa affinché l`accordo che verrà siglato garantisca la continuità gestionale del punto vendita e non mortifichi la professione del Gestore.
Gli obiettivi qualitativi e quantitativi siano il frutto di accordi nazionali tra Azienda e Organizzazioni sindacali così come previsti dagli accordi interprofessionali e dalla Legge 57/2001 e 32/98, e nello specifico si apprezza positivamente la creazione di un organismo di garanzia, che a livello locale in prima istanza, temperi gli eventuali contenziosi che dovessero nascere.
Tutto ciò tenuto conto che le dinamiche degli accordi Eni-Agip potrebbero tracciare il solco per gli altri attori del comparto incidendo sugli scenari futuri della categoria. I vertici delle Faib_Fegica-Figisc della Sicilia pertanto invitano i vertici nazionali a trovare proposte unitarie che salvaguardino la centralità del ruolo del Gestore.
Ritengono che a livello regionale occorre operare attraverso tutti gli strumenti utili affinché le problematiche sorte con l`approvazione delle norme di liberalizzazione diano un quadro di garanzia ai Gestori che continuano a operare su una rete ormai fatiscente e obsoleta.
Occorre dare certezze ai Concessionari e nel contempo costringerli al rispetto delle norme di legge sulla sicurezza e sul rispetto degli accordi economici nazionali e in mancanza di questi, con accordi siglati in sede locale con le OO.SS. maggiormente rappresentative e chiamando, nel contempo, la regione Sicilia come garante di questi accordi.
Inoltre si ravvisa la necessità di una interpretazione vera sul periodo di vacatio legis in relazione ai trasferimenti d`impianti attualmente normati dalla 97/82 e per gli altri trasferimenti coatti dalle pubbliche amministrazioni.
Sul tema degli orari si concorda con l`opportunità di creare un gruppo di studio che relazionerà sull`impatto che una eventuale modifica potrebbe avere sulla economicità delle gestioni finalizzato ad una nuova razionale norma.

   Seguici su Facebook